Dipartimento di Scienze biomediche avanzate

L'attività di ricerca del Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate è finalizzata allo sviluppo e validazione di strategie innovative di diagnosi e terapia nel campo dell'Anatomia Patologica e Istologia, Cardiologia e Cardiochirurgia, Chirurgia Generale, Diagnostica per Immagini, Radioterapia, Neuroradiologia con il supporto della Fisica applicata. Un'altra linea di ricerca è volta allo studio di tematiche di bioetica, deontologia e medicina previdenziale con lo scopo di promuovere avanzamenti nel campo della medicina legale. Il tratto distintivo di questa attività di ricerca è lo studio di tutte le fasi della malattia, dai meccanismi molecolari e fisiopatologici alla diagnosi precoce, prevenzione e terapia con l'intento di utilizzare le conoscenze di base per migliorare ed innovare le strategie terapeutiche attuali. Lo sviluppo di collaborazioni con istituzioni anche straniere e la disseminazione dei prodotti della ricerca attraverso seminari, corsi di alta formazione, presentazioni a congressi nazionali ed internazionali promuovono la fertilizzazione crociata tra discipline e massimizzano l'impatto della ricerca sulla sanità pubblica, la comunità scientifica e le industrie farmaceutiche. Al dipartimento afferiscono due dottorati dedicati alla formazione e addestramento di studenti laureati nel campo della Patofisiologia e Terapia delle Malattie Cardiovascolari (www.cardiopath.eu) nonché delle Scienze Biomorfologiche e Chirurgiche (http://scienzebiomedicheavanzate.dip.unina.it/it/didattica/dottorato/).

Prodotti della ricerca (2011-2013)

I dati relativi ai prodotti della ricerca del dipartimento sono tratti dalla SUA-RD 2011-2013

Personale

I dati relativi alla composizione del dipartimento sono tratti dal sito cineca docenti

Progetti di ricerca

Cardiologia

  • POR OCKEY (Area di ricerca 2) - Oncology and Cardiology KEy Targets. Sviluppo di strategie terapeutiche molecolari per patologie infiammatorie, neoplastiche, cardiovascolari e neurodegenerative.
  • PON CARDIOTECH (Area di ricerca 2) - TeCnologie Avanzate per l‟innovazione e l‟ottimizzazione dei pRocessi DIagnOstici, Terapeutici E di training dedicati alla gestione Clinica, interventistica e riabilitativa dei pazienti affetti da sindromi coronaricHe.
  • FIRB 2012-2017  (Area di ricerca 2) - Anomalie beta-adrenergiche, stress mitocondriale e modifiche epigenetiche nello scompenso cardiaco: Nuovi approcci molecolari diagnostici e terapeutici” (RBFR124FEN, scadenza 2017)
  • Ministero della Salute Progetti Strategici (Area di ricerca 1)

Diagnostica per Immagini e Radioterapia, Neuroradiologia

  • PON 04AC2 - Ricerca e Competitività 2007-2013 “Smart cities and communities and social innovation” (Area di ricerca 1) Costituzione di una piattaforma tecnologica per la diagnostica
  • PON 03PE – 00146 – 1 – Biobiofar. Sviluppo di nuovi bersagli molecolari per la diagnosi, la prognosi e il trattamento dell’ischemia cerebrale, dei tumori plurifarmacoresistenti della testa, del collo e della mammella (Area di ricerca 3)
  • PON 03PE – 00128 – 1 – eHealthNet: ecosistema software per la sanità elettronica (Area di ricerca 2).
  • AIRC-17249- Targeting resistance and glucose metabolism in EGFR-driven non-small cell lung cancer (Area di ricerca 4)

Chirurgia Generale

  • 1)Il NHBD come potenziale donatore di organi in Campania (area di ricerca 2) – Fondazione Banco Napoli. Il progetto ha la finalità di valutare se in Campania esistono le condizioni socio-economiche, culturali ed organizzative per poter utilizzare anche i soggetti in morte cardiaca come potenziali donatori di organi (soprattutto reni) a scopo di trapianto.

Biblioteche, laboratori e attrezzature

Biblioteche

  • Biblioteche dotate di volumi scientifici a prevalente indirizzo chirurgico, riviste scientifiche cartacee a prevalente indirizzo chirurgico, volumi medici storici, atti congressuali, computer, connessione ad internet  con accesso alle banche dati tramite il sito del nostro Ateneo,  spazi idonei alla didattica ed allo studio.

    • Biblioteca Chirurgia Generale e Trapianti Ed. 5, piano terra. Via Pansini 5, Napoli
    • Biblioteca Chirurgia Generale e d'Urgenza Ed. 12, VI piano. Via Pansini 5, Napoli

Laboratori di Ricerca

  • 1)  Laboratorio Ed. 20 – Biologia molecolare su cellule e tessuti . Il laboratorio di Biologia Molecolare, sito al terzo piano dell'ed 20, si occupa della caratterizzazione immunofenotipica e della genotipizzazione virale delle infezioni da HPV su tessuto; il laboratorio si occupa, inoltre, dell'analisi mutazionale di BRAF in melanoma e di indagini FISH su tumori solidi
  • 2)Laboratorio Ed. 6 (Patologia Chirurgica) – Applicazioni laser in biomedicina Il laboratorio costituito da due ambienti per un totale di 60 mq è dotato delle attrezzature per lo svolgimento dell'attività di ricerca nelle tematiche prima elencate (sorgenti laser CW ed impulsate, uno spettrofluorimetro a doppio raggio, rivelatori CCD bidimensionali, microscopio a fuorescenza LEICA-MICROFLUO)
  • 3)Laboratori Ed. 20 (Primo piano e piano semi-interrato) di Tossicologia Forense I laboratori sono utilizzati per la preparazione dei campioni biologici e non, da sottoporre a successiva analisi chimico-tossicologica. Nei due laboratori sono presenti le normali attrezzature di chimica analitica (cappe chimiche ed a flusso laminare verticale, estrattori sotto vuoto, centrifughe, bilance analitiche etc.) e la strumentazione per le analisi chimico-tossicologiche
  • 4)Piattaforme operatorie Ed 5 e Ed 12Complessi con multiple sale operatorie attrezzate con strumentazione per chirurgia open, laparoscopica, eco guidata, radioguidata, dedicata sia all'attività clinica che di ricerca
  • 5)Piattaforma laboratori di Cardiologia Ed. 2: a)  Laboratorio di istologia ed immunoistochimica: Sistema di inclusione (paraffina e metracrilato), microtomo, strumentazione per fissaggio e colorazione di tessuti e cellule. Metodologie per immunoistochimica su tessuti e cellule. b)  Laboratorio di chirurgia sperimentale su piccoli animali: Sistemi di anestesia gassosa per topi e ratti, sistemi di ventilazione, sistema di valutazione per pressioni non invasive, valutazione ECG di superficie, valutazione emodinamica invasiva (dp/dt, pressure volume loop), ecocardiografia del piccolo animale (ecocardiografo VEVO), modelli di ipertrofia fisiologica (treadmill e nuoto) e patologica (TAC), metodologia per ischemia periferica ed infarto su ratto. Modelli geneticamente modificati di patologia cardiovascolare: knock-out e transgenici. Sistema di valutazione di rivascolarizzazione periferica nell'animale (LD imaging). c)  Laboratorio per radioimmunoassay (RIA): Saggi di fosforilazione, saggi di proliferazione cellulare e beta-binding. d)  Laboratorio di biologia cellulare e molecolare: Apparecchiature per sequenziamento del DNA, PCR, southern blot, western blot, apparecchiature Chemidoc per acquisizione di western e northern, microscopia ottica e a contrasto di fase per tessuti e cellule. e)  Stabulario per piccoli animali in grado di ospitare più di 2000 animali (ratti e topi), dotato di piccola sala chirurgica.
  • 6) Piattaforma di diagnostica per immagini e radioterapia: a) Unità diagnostiche per l’imaging funzionale mediante tomografia ad emissione di fotone singolo (SPECT) e tomografia ad emissione di positroni con tomografia computerizzata (PET-TC) per studi di perfusione e vitalià miocardica, studi oncologici whole body con 18F-FDG, imaging recettoriale, linfonodo sentinella, scintigrafie ossee e renali etc. Laboratorio di radiochimica per la produzione di radiofarmaci marcati con radionuclidi positrone emittenti; b) Unità diagnostiche per l’imaging mediante tomografia computerizzata multistrato (TC) e Risonanza Magnetica (RM) per studi tomografici, morfologici e funzionali di vari organi e distretti corporei (encefalo, torace, cuore, vasi, rene, addome e pelvi). Imaging con ultrasuoni per studi ecografici di pazienti adulti ed in età pediatrica; c) Unità di radioterapia a fasci esterni Trattamento di varie neoplasie incluso i carcinomi della mammella, del distretto testa-collo e della prostata; d) Unità di terapia radiometabolica Trattamento di patologie tiroidee iperfunzionanti e neoplastiche

Aree di eccellenza:

  • 1) Centro Ipertensione - Il Centro ha iniziato la sua attività sotto la guida del Prof. Bruno Trimarco nel 1980. In questi anni l'attività si è sviluppata nel campo della ricerca sperimentale, in quella clinica ed in una attività assistenziale ambulatoriale di tipo clinico integrata da valutazioni diagnostiche specialistiche strumentali dell'apparato cardiovascolare. Le aree di interesse scientifico sviluppate sono state oggetto di pubblicazioni scientifiche principalmente su riviste internazionali a rigido controllo redazionale e sono documentate dalle oltre 800 pubblicazioni edite a stampa. Per ulteriori informazioni: http://centroipertensione.healthware.it/index.asp?hw=17
  • 2) Il Laboratorio di Cardiologia Invasiva ed Interventistica è parte integrante del network europeo "Cathgo". Il Cathgo é una struttura dell'EAPCI (European Association for Percutaneous Cardiovascular Interventions) finalizzata alla mobilità e formazione internazionale di cardiologi interventisti.
  • 3) Dottorato di Ricerca Internazionale in Patologia Cardiovascolare e Terapie Correlate (CardioPaTh) é risultato di una collaborazione accademica e scientifica tra la sezione di Cardiologia del Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate dell'Università di Napoli Federico II, la Clinica Montevergine di Mercogliano, il Centro di Ricerche Cardiovascolari di Aalst (Belgio), e la Divisione di Cardiologia dell'Università di Berna (Svizzera). E' un dottorato attivato nel 2015 (XXXI ciclo) che ha l'ambizione di fornire un training scientifico a dottorandi italiani e stranieri, superando le tradizionali barriere logistiche e organizzative grazie alla piattaforma internazionale del consorzio accademico. Per ulteriori informazioni: www.cardiopath.eu
  • 4) Centro Interdipartimentale Trapianti di Rene Il centro, ubicato all'Ed 5 e che raccoglie tutte le competenze specialistiche in tema di trapiantologia renale, svolge attività di immissione e gestione della lista di attesa per trapianto renale, di prelievo di organi, di trapianti di rene, di chirurgia del paziente uremico e preparatoria al trapianto, di follow up dei pazienti trapiantati. Tali aspetti sono affrontati sia sul piano clinico che su quello accademico e scientifico. E' dotato di un reparto di degenza ordinaria, di posti letto in terapia intensiva e subintensiva, di un complesso operatorio completamente attrezzato, di personale medico e paramedico (universitario ed aziendale) specificamente dedicato. E' parte integrante della rete trapiantologica regionale e nazionale
  • 5) Sala Operatoria per la Chirurgia Robotica, ubicata nel complesso operatorio dell'Ed 5, ed attiva dall'inizio del 2016 ha la finalità di consentire le attività sia cliniche che di ricerca onde valutare gli effettivi vantaggi, benefici e limiti che tale chirurgia offre.
  • 6) Comitato Etico Il Comitato etico della "Università di Napoli Federico II" è strutturalmente afferente alla Sezione di Medicina Legale del Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate. I membri universitari del Comitato sono: Lucio Annunziato, Dario Bruzzese, Claudio Buccelli, Giuseppe Castaldo, Franco Contaldo, Giuseppe De Michele, Sabino De Placido, Gianfranco Maria Di Renzo, Paola Izzo, Carmine Nappi, Antonietta Perrone, Paolo Rubba, Rosario Cunzio. La sua attività include la valutazione dei protocolli di ricerca, farmacologici e non, profit/non profit, al fine di dare pubblica garanzia rispetto alla tutela dei diritti, della sicurezza e del benessere dei soggetti con cui viene condotta ogni sperimentazione. Il Comitato Etico, in quanto di natura universitaria, svolge anche funzioni consultive in relazione a questioni etiche connesse con le attività scientifiche e assistenziali, allo scopo di proteggere e promuovere i valori della persona. Inoltre, propone iniziative di formazione di operatori sanitari relativamente a temi in materia di bioetica.

Terza missione

Public Engagement

  • Iniziativa n. 1: In data 23-25/05/2013 si è tenuto il Corso per Giuristi intitolato "Bioetica e Responsabilità Professionale". Tale corso puo' ascriversi alla categoria "organizzazione di eventi pubblici". Il corso è stato patrocinato dall'Unesco Bioethics Section e organizzato dall'International Office for Bioethics Research of European Center for Bioethics and Quality of Life of UNESCO Chair in Bioethics (direttore Prof. Buccelli). Il corso ha inteso sensibilizzare e aggiornare i magistrati sulle tematiche di bioetica connesse con argomenti di giustizia rilevanti nell'ambito della biomedicina. Sono intervenuti altissimi Magistrati internazionali, autorità del mondo accademico, nonché Magistrati apicali penali e civili. Il budget complessivo utilizzato è stato di €. 37.873,00 (100% del budget constituito da finanziamenti esterni). L'impatto dell'iniziativa è stato registrato dal cospicuo numero di partecipanti che, al termine del corso, hanno espresso particolare gradimento per le tematiche trattate.
  • Iniziativa n. 2: In data 01/01/2011 è stato lanciato il sito web "Chirurgia XXL". Tale iniziativa di "Public Engagement" può ascriversi alle categorie "Pubblicazione risorse digitali o pubblicazioni divulgative firmate dallo staff docente a livello nazionale o internazionale o a siti web interattivi e/o divulgativi, blog". Si tratta di un sito interattivo attraverso il quale viene descritto il problema dell'obesità patologica e le sue possibili soluzioni. Sono presenti, infatti filmati chirurgici, eventuali contatti a cui riferirsi per iniziare un programma di cure ed anche contatti con pazienti già trattati presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate al fine di conoscere anche il punto di vista del paziente e non solo quello del medico. Il sito web è stato realizzato a costo 0. L'impatto di questa iniziativa è testimoniata dagli oltre 4000 contatti in soli 3 anni dalla sua realizzazione. L'URL del sito web è www.chirurgiaxxl.unina.it.