Aerotermodinamica, Propulsione e Sperimentazione Spaziale

Le attività di ricerca si articolano in tre ambiti:

Aerotermodinamica -la ricerca è rivolta allo studio di innovative capsule di rientro a geometria variabilee di velivoli ipersonici di nuova generazione, in collaborazione con CIRA, ASI, ESA e Distretto Aerospaziale della Campania. Sonocondotte ricerche finalizzate allo sviluppo di protezioni termiche in materiali ceramici ultrarefrattari per bordi d'attacco alari e per applicazioni aero-propulsive, in collaborazione con CNR-ISTEC e l'Aeronautica Italiana.

Microgravità - sono concepiti e realizzati esperimenti a bordo di piattaforme microgravitazionali, tra cui aerei in voli parabolici, razzi sonda, laboratori spaziali pressurizzati, satelliti orbitanti. Tali attività sono svolte in collaborazione con ASI, ESA e NASA, centri di ricerca e Università esteri. La ricerca è centrata sull'utilizzazione scientifica e tecnologica della Stazione Spaziale Internazionale.

Propulsione Spaziale- la ricerca è rivolta allo studio di endoreattori a propellenti ibridi, in collaborazione con CIRA, e diverse Università italiane ed estere. Presso l’aeroporto militare di Grazzanise (CE) è disponibile un laboratorio gestito in collaborazione con l'Accademia Aeronautica, dotato di un banco prova per test su razzi a propellenti ibridi e monopropellenti.

Coordinatore del Gruppo

 

 

Raffaele Savino

Componenti del Gruppo

 

 

Gennaro Zuppardi
Anselmo Cecere - Assegnista di ricerca
Chiara Boffa - Dottorando
Pietro Pasolini - Dottorando
Giuseppe Di Martino - Dottorando
Antonio Esposito - Personale tecnico