Fitochimica e fitoterapia

La fitochimica studia i metaboliti prodotti dalle piante. Tali metaboliti possono trovare applicazione come composti guida per la scoperta di nuovi farmaci (fitoterapici), per lo sviluppo di rimedi nutraceutici o cosmeceutici, o come contributo per gli studi di fisiologia vegetale. Tali studi richiedono la stretta collaborazione tra botanici, fisiologi vegetali, biologi e farmacologi.

  • (Phyto-Mar) Isolamento di composti bioattivi da piante note nella medicina tradizionale e/o di comune uso alimentare.
  • (NATLEAD) Isolamento, caratterizzazione strutturale e biochimica di metaboliti secondari da piante dell'area Mediterranea quali modulatori di recettori nucleari metabolici.
  • (BIOFIFA) Studio di composti di derivazione vegetale in grado di attivare i recettori endogeni per i cannabinoidi, oppioidi e canali TRP (transient receptor potential). Etnofarmacologia, fitofarmacovigilanza.
  • (NI-MA) Studio di composti biologicamente attivi provenienti da fonti naturali e di loro derivati semisintetici.

Partecipanti: