Lettere moderne - Codice corso N60

  • Classe di Laurea: L-10 Lettere
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Studi umanistici
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Libero
  • Coordinatore: Prof. Francesco MONTUORI (Decorrenza 19/11/2018 – 19/11/2021)
  • Sito Web: studiumanistici.dip.unina.it/2013/05/03/lettere-moderne
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Studi Umanistici
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Porta di Massa,1 - 80133 Napoli
    • Telefono: 081-2535523
    • Referente: Commissione
  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di laurea in Lettere Moderne, della durata triennale, è finalizzato all'acquisizione di una solida formazione metodologica, storica, geografica dell'età medievale, moderna e contemporanea, attraverso lo studio diretto di testi e documenti in originale. I laureati in Lettere Moderne conosceranno la letteratura latina dalle origini alla fine della Tardoantichità e saranno in grado di tradurre, commentare e interpretare i testi classici. Avranno conseguito la competenza (livello B1) di almeno una lingua dell'Unione europea, oltre l'italiano, nonché la conoscenza dello sviluppo di una letteratura europea e saranno in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza (Ulteriori conoscenze informatiche). Agli insegnamenti di base lo studente potrà aggiungere insegnamenti a scelta, finalizzati alla costruzione di un profilo maggiormente definito sia dal punto di vista professionale sia dal punto di vista della scelta di un'eventuale Laurea magistrale. I laureati in Lettere Moderne saranno in grado di utilizzare in maniera critica ed autonoma le conoscenze acquisite (attraverso lo studio di libri di testo avanzati, la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, laboratori, interazioni con docenti e colleghi) e vanteranno molteplici competenze in differenti ambiti disciplinari relativi ai saperi letterari, filologici, linguistici, storici e geografici. Il percorso formativo è centrato sulle discipline letterarie, linguistiche e filologiche dell'italiano e intende fornire l'idea della centralità del testo e gli strumenti per la storicizzazione e l'interpretazione complessiva dei fenomeni culturali. Per questo motivo il percorso offre insegnamenti che mirano a consolidare la formazione di base e a dare un quadro essenziale dei molti campi del sapere oggetto di studio delle discipline umanistiche. Al contempo l'offerta formativa intende far acquisire già gran parte dei crediti disciplinari necessari per l'insegnamento delle materie letterarie alla scuola secondaria superiore di II grado. Durante il percorso formativo si offre allo studente un panorama sempre più ampio degli studi, nello spazio, con l'apertura all'area europea, e nel tempo, con gli insegnamenti del latino e delle discipline storiche. Infine si dà l'opportunità allo studente di consolidare alcune acquisizioni attraverso l'applicazione di conoscenze informatiche e insegnamenti di carattere più specialistico, che in genere sono selezionate dallo studente attraverso l'esercizio della scelta tra più opzioni disponibili nell'offerta formativa. Un percorso formativo così articolato prepara al conseguimento delle abilità utili per i profili professionali in uscita: garantisce, infatti, il possesso delle competenze nella cultura umanistica, nella lingua e nella comunicazione, nella gestione dei dati e nella progettazione di azioni culturali. Inoltre la formazione offerta è tale da garantire un facile accesso al successivo ciclo di laurea.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di laurea in Lettere Moderne è di durata triennale. Attraverso lo studio di libri di testo avanzati, la partecipazione a lezioni frontali ed esercitazioni, l'interazione anche in rete con i docenti, nonché soggiorni di studio in altri paesi europei, esso è finalizzato all'acquisizione di una solida formazione metodologica, storico-letteraria, linguistica, storica, geografica dell'età medievale, moderna e contemporanea, con conoscenza diretta di testi e documenti in originale. I laureati in Lettere Moderne avranno conseguito la competenza di almeno una lingua dell'Unione Europea (S.S.D. L-LIN/04 oppure 07 oppure 12 oppure 14), oltre l'italiano, nonché la conoscenza di aspetti dello svolgimento di una letteratura europea (S.S.D. L-LIN/03, oppure, 05, oppure 10, oppure 13) e saranno in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza (Ulteriori conoscenze informatiche e telematiche). Il percorso di studi prevede l'acquisizione di competenze in ambiti disciplinari differenziati, relativi alla cultura letteraria, filologica, linguistica, storica, geografica (S.S.D. L-FIL-LET/04, 09, 10, 11, 12, 13, 14, M-STO/01, 02, 04, M-GGR/01 L-LIN/01). Il percorso didattico è propedeutico alla successiva formazione disciplinare e professionale dei docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Restando sempre validi i requisiti di ammissione al CdS, previsti dalle norme vigenti in materia e consistenti nel possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo, si indicano qui le conoscenze indispensabili per l'accesso al CdS. Per l'accesso al Corso di studi in Lettere moderne si richiedono conoscenze adeguate di ambito letterario, linguistico, storico e geografico derivate da un percorso di formazione scolastica, nonché capacità di completare logicamente un ragionamento e di adottare diverse forme di ragionamento logico. Si richiede inoltre una competenza attiva e passiva dell'italiano parlato e scritto ed è vivamente consigliata una competenza di base di una lingua europea diversa dall'italiano, acquisita nel percorso di formazione scolastica. L'accertamento delle conoscenze richieste per l'ammissione avviene attraverso una verifica. Gli immatricolandi svolgono una prova di valutazione, il cui esito non è vincolante ai fini dell'iscrizione, finalizzata a fornire indicazioni generali sullo stato delle conoscenze di base richieste allo studente. Le procedure di svolgimento della prova e le modalità previste per accertare e recuperare Obblighi Formativi Aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso sono specificate nel quadro Modalità di ammissione.

  • Orientamento in ingresso:

    Il CdL triennale per l'orientamento in ingresso si basa in maniera prevalente sull'attività dei docenti di riferimento e dei docenti che svolgono funzioni di tutoraggio individuati all'interno del CdL triennale stesso. Supporto è fornito altresì dai servizi dedicati allestiti dalla ex Facoltà di riferimento, ora Dipartimento di Studi Umanistici (si segua il link riportato in calce). All'interno dell'Ateneo è presente un Servizio di Orientamento in ingresso, in itinere, in uscita strutturato in uffici. Centro di Ateneo per l'Orientamento, la Formazione e la Teledidattica S.O.F.Tel Sito Web: http://www.orientamento.unina.it Orientamento in ingresso: (rivolto a studenti delle Scuole Medie Superiore) e in itinere (per tutti gli studenti su richiesta) In particolare il Centro S.I.N.A.P.S.I., Servizi per l'Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti - offre servizi di Tutorato, Counseling, servizi per il successo universitario, di tutorato specializzato rivolto agli studenti disabili e agli studenti con Disturbo Specifico dell'Apprendimento. Il link di S.I.N.A.P.S.I. è il seguente: http://www.sinapsi.unina.it/home e fornisce i seguenti servizi di sostegno: Tutorato a disabili e dislessici e counseling

  • Prova finale:

    Per il conseguimento della laurea in Lettere moderne lo studente deve sostenere una prova finale, a cui, secondo le indicazioni ministeriali qui recepite, si riconosce il ruolo di importante occasione formativa a completamento del percorso di studi. La prova finale consisterà nell'esposizione e discussione dinanzi a una commissione, composta secondo le prescrizioni previste dal RAD, di un elaborato scritto che, pur senza comportare acquisizioni innovative di rilevanza scientifica, dimostri la maturità culturale del laureato e la raggiunta capacità di elaborazione intellettuale personale. L'elaborato scritto sarà relativo ad uno dei settori scientifico-disciplinari di base, caratterizzanti, affini o integrativi, e comporterà, sulla base di una definita bibliografia, una relazione dello stato delle conoscenze su un argomento concordato con almeno uno dei docenti del Corso. Alla prova finale sono attribuiti 6 CFU, rapportati al tempo effettivamente da impiegare per il lavoro preparatorio e la stesura dell'elaborato, che pertanto richiederanno un impegno di 150 ore. Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dall'ordinamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale. La Commissione è presieduta dal Direttore del Dipartimento o dal Coordinatore della Commissione del corso di laurea o dal più anziano in ruolo dei professori di prima fascia presenti. La commissione giudicatrice esprime la votazione in centodecimi; il voto minimo per il superamento della prova è sessantasei centodecimi. Per l'assegnazione della lode, se il candidato consegue in sede di prova finale il massimo dei voti, è necessaria l'unanimità della commissione giudicatrice.