Biotecnologie Mediche

  • Classe di Laurea: LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Scienze Biotecnologiche
  • Scuola: Scuola di Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof. Stefano Bonatti
  • Sito Web: www.scienzebiotecnologiche.unina.it/mediche
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze Biotecnologiche
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: c/o Area didattica di Scienze Biotecnologiche (I piano) - via Tommaso de Amicis, 95 80131 Napoli
    • Telefono:
    • Fax:
    • e-mail: biotecmediche@unina.it
    • Referente:
  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di Laurea Magistrale è rivolto a formare laureati che posseggano un'approfondita conoscenza degli aspetti molecolari, cellulari e genetici alla base di organismi procariotici ed eucariotici, e che posseggano approfondite conoscenze sulla struttura, funzione e sull'analisi delle macromolecole biologiche e dei processi cellulari nei quali esse intervengono. Il Corso fornisce competenze sui fondamenti dei processi patologici di interesse umano e sulle metodologie più avanzate necessarie per la loro analisi, con riferimento ai loro meccanismi patogenetici cellulari e molecolari, nonché competenze sulle situazioni patologiche congenite o acquisite nelle quali sia possibile intervenire con approccio biotecnologico, nel pieno rispetto delle normative bioetiche vigenti. Il laureato acquisirà inoltre sia la capacità di riconoscere, attraverso specifiche indagini diagnostiche, interazioni tra microorganismi estranei ed il nostro organismo, sia l'uso di strumenti bioinformatici per l'accesso a banche dati al fine di acquisire ed utilizzare informazioni scientifiche. Le attività formative comuni ai due curriculum si propongono di preparare laureati qualificati con approfondite conoscenze delle tecniche multidisciplinari che caratterizzano l'operatività biotecnologica nel campo della salute umana, rendendo il laureato capace di operare anche in situazioni concrete, con appropriata conoscenza delle normative e delle problematiche deontologiche e bioetiche. In particolare, le attività formative comuni sono rivolte ad approfondire gli approcci sperimentali, le metodiche e le applicazioni biotecnologiche mediche e veterinarie nell'ambito della biologia cellulare e molecolare, genetica medica, diagnostica molecolare, terapia genica e cellulare, microbiologia, sintesi molecolare, bioinformatica. Il CdS prevede, inoltre, attività di laboratorio per un congruo numero di CFU per la preparazione della Tesi sperimentale di Laurea. Gli obiettivi formativi specifici consistono nel fornire al laureato in un curriculum soprattutto conoscenze avanzate negli aspetti biotecnologici di discipline mediche quali neurologia, oncologia ed immunologia; nel secondo curriculum, in lingua inglese, le conoscenze riguarderanno le tecnologie biotecnologiche più avanzate applicabili a progetti di ricerca e sviluppo di tipo accademico o industriale. Il CdS prevede offre numerosi insegnamenti che gli studenti possono scegliere per conseguire i 10 CFU previsti nell'ambito dei corsi a libera scelta dello studente. Questi insegnamenti perfezionano la preparazione del laureato in diversi settori.

  • Il corso di studio in breve:

    l Corso di Laurea Magistrale è rivolto a formare laureati che posseggano un'approfondita conoscenza degli aspetti molecolari, cellulari e genetici alla base di organismi procariotici ed eucariotici, e che posseggano approfondite conoscenze sulla struttura, funzione e sull'analisi delle macromolecole biologiche e dei processi cellulari nei quali esse intervengono. Il Corso fornisce competenze sui fondamenti dei processi patologici di interesse umano o animale (*), con riferimento ai loro meccanismi patogenetici cellulari e molecolari, nonché competenze sulle situazioni patologiche congenite o acquisite nelle quali sia possibile intervenire con approccio biotecnologico, nel pieno rispetto delle normative bioetiche vigenti. Il laureato acquisirà inoltre sia la capacità di riconoscere, attraverso specifiche indagini diagnostiche, le interazioni tra microorganismi estranei ed organismi umani o animali, sia l'uso di strumenti bioinformatici per l'accesso a banche dati al fine di acquisire ed utilizzare informazioni scientifiche. Il Corso prevede 10 esami, di cui 8 basati su corsi integrati di 2 moduli, e 10 CFU sono previsti per le attività formative a scelta libera dello studente: queste ultime andranno svolte obbligatoriamente al II anno, per meglio completare e perfezionare la preparazione degli studenti. 6 esami obbligatorei sono al primo anno, tutti bimodulari, e 4 al secondo. 22 CFU sono previsti per tirocinio e prova finale e tutti gli studenti sono tenuti a redigere, anche direttamente in inglese, una tesi sperimentale per conseguire la Laurea Magistrale. 2 esami bimodulari obbligatori del II anno, per complessivi 20 CFU, differenziano il curriculum veterinario (*) da quello medico: aggiungendo a questi i CFU derivanti dalle attività a scelta dello studente, dal tirocinio e dalla prova finale, i due curricula si possono differenziare fino ad un massimo di 52 CFU su 120. A partire dal I anno dell'a.a. 2015-2016, è stato attivato un secondo canale di insegnamento per il curriculum medico in cui tutta la didattica è svolta in lingua inglese. Obiettivo a lungo termine è generare un Corso di Laurea veramente internazionale, arricchito da studenti e docenti di altre nazioni. Obiettivo immediato è invece fornire un grande vantaggio competitivo agli studenti italiani: alla fine del corso, infatti, essi saranno padroni di leggere, scrivere ed esprimersi nell'inglese scientifico correntemente usato come unica lingua dalla comunità mondiale dei biotecnologi medici che opera presso Università, Centri di ricerca pubblici e privati, grandi e piccole aziende del settore. L'afferenza al primo o al secondo canale sarà stabilita dalla Commissione Didattica del Corso di Laurea su richiesta degli studenti. Agli studenti del secondo canale, in aggiunta ai corsi previsti dal Regolamento didattico, viene offerto un corso di lingua inglese organizzato dal Centro Linguistico di Ateneo. Questo corso non contribuisce CFU per la Laurea: suo unico obiettivo è migliorare la conoscenza della lingua. Il titolo di Laurea che verrà conseguito dagli immatricolati che sceglieranno il secondo canale sarà in Biotecnologie Mediche, identico a quello degli studenti che avranno scelto il primo canale. Ma la Commissione di Coordinamento Didattico del Corso di Laurea attesterà punto per punto il percorso svolto dagli studenti che sceglieranno il secondo canale. * Nell'anno accademico 2018-19, come per l'anno precedente, non verrà attivato il curriculum veterinario. La Commissione di Coordinamento Didattico sta infatti valutando, in concerto con i due Dipartimenti direttamente interessati (il Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche che incardina il Corso di Laurea ed il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali) l'opportunità di modificare l'offerta didattica di questo curriculum che, negli ultimi anni, non ha avuto presso gli studenti il successo sperato.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    I laureati triennali delle classi L-2 ed L-13 sono di norma pienamente in possesso delle conoscenze necessarie e quindi ammessi alla verifica della personale preparazione. In ogni caso per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche occorre essere in possesso di una laurea che abbia fornito conoscenze sufficienti nelle discipline di seguito elencate: - discipline matematiche, chimiche e fisiche; - discipline biologiche (biologia, biochimica, biologia molecolare, genetica, microbiologia); - discipline morfologiche e fisiologiche - discipline farmacologiche e tossicologiche - lingua inglese soprattutto con riferimento ai lessici disciplinari. In particolare è necessario avere conseguito almeno 55 CFU nei SSD come di seguito riportato: 30 CFU negli SSD BIO; 5 CFU negli SSD MED; 10 CFU negli SSD CHIM; 5 CFU negli SSD FIS; 5 CFU negli SSD MAT. Gli studenti saranno automaticamente ammessi se in possesso di un livello B2 certificato. In assenza di certificazione, la conoscenza della lingua inglese a livello B2 sarà valutata da un'apposita commissione nominata dalla Commissione di Coordinamento del Corso di Studi. Il possesso degli altri requisiti curriculari sarà verificato mediante valutazione della carriera personale da una apposita Commissione nominata dalla Commissione di Coordinamento Didattico del Corso di Studio.

  • Orientamento in ingresso:

    L'orientamento in ingresso si avvale del sito web: www.scienzebiotecnologiche.unina.it dell'Area Didattica di Scienze Biotecnologiche che contiene tutte le informazioni concernenti i Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale delle classi L2 ed LM7-8-9. Riguardo il CdS in Biotecnologie Mediche, la dott.ssa Angela Canzio è Referente dello sportello Orientamento all'indirizzo mail: biotecmediche@unina.it. Un'azione costante è stata effettuata dai docenti e soprattutto dal Coordinatore del corso per persuadere gli studenti laureati nei corsi triennali nelle sessioni di febbraio e marzo a non immatricolarsi subito, ma ad aspettare alcuni mesi e cominciare in regola con il successivo anno accademico. Questo perchè il percorso formativo del CdS viene del tutto alterato a seguito di immatricolazione tardiva (gli studenti cominciano con il II semestre, e molti addirittura a metà del II semestre). Inoltre, analisi dettagliate del percorso di questo gruppo di studenti mostrano che pochi riescono a conseguire la laurea magistrale nei due anni e che la qualità del loro apprendimento ne soffre, dovendo attendere corsi ed esami relativi in una successione diversa da quella prevista. Inoltre, laddove possibile, sono state apportate modifiche per ridurre i CFU da sostenere nel I semestre del I anno e quindi agevolare gli studenti che si iscrivono tardivamente.

  • Prova finale:

    La Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella discussione di una relazione scritta incentrata su una problematica scientifica frutto di attività sperimentale pertinente gli ambiti formativi del CdS. Le attività preparatorie la prova finale dovranno essere svolte, da parte del laureando, con un elevato grado di autonomia, sotto la supervisione di un docente relatore. Queste attività potranno essere svolte anche presso altre università (italiane o straniere) o presso laboratori convenzionati di strutture pubbliche o private previa approvazione da parte della Commissione Tesi e tirocini del CdS ed attribuzione di un Relatore interno che segua le attività dello studente. Data la complessità dell'attività di ricerca in campo biotecnologico a livello internazionale, il CdS consiglia gli studenti di preparare la tesi nello stesso laboratorio scelto per le attività di tirocinio, al fine di avere più tempo per approfondire adeguatamente le problematiche affrontate. Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito tutti i crediti universitari previsti dal regolamento didattico, con l'eccezione di quelli previsti per la prova finale.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Segreteria studenti: via T. De Amicis n. 95 80145 Napoli.