Con la laurea è possibile accedere ai master di I livello.
Con la laurea magistrale è possibile accedere ai master di II livello

AVVISO DI SOSPENSIONE ATTIVITÀ RELATIVE AI CORSI DI MASTER ED AI CORSI DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA NON MEDICA


Medicina legale assicurativa

  • Livello: 1
  • Struttura responsabile: Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate
  • Coordinatore: Prof. Claudio Buccelli
  • N° posti: Max 60 - Min 15
  • Costo: Euro 2.300,00
  • Durata: 1 anno
  • Crediti formativi: 60
  • Requisiti per l'ammissione: vedi regolamento
  • Anno d'istituzione: 2014/2015

Obiettivi formativi

La valutazione del danno alla persona nei vari settori della medicina legale si è notevolmente ampliata ed è stata oggetto di profondi e radicali mutamenti. Nell'ambito della responsabilità civile si sono avute notevoli diversificazioni delle voci di danno risarcibili/indennizzabili, con sensibili innovazioni in tema di tabellazione della invalidità, di considerabilità delle lesioni da r.c. auto e di procedure nell'espletamento delle consulenze tecniche di ufficio. Notevoli mutamenti valutativi hanno anche interessato il settore delle responsabilità professionale medica, con riferimento -tra l'altro- alla causalità omissiva, alla valenza degli atti informativi al paziente, agli oneri probatori, al grado della colpa, alla tipologia delle obbligazioni. Ciò tanto per fermenti di dottrina, quanto per incessante evoluzione giurisprudenziale ed iniziali interventi legislativi. Anche in tema di previdenza sociale si è assistito ad una profonda trasformazione con l'introduzione del danno biologico lavorativo, l'individuazione di nuove forme di patologie professionali, la considerazione delle patologie multifattoriali. Nel settore del'assistenza sociale si registrano incessanti assestamenti definitori ed accertativi dei determinanti biologici per l'indennità di accompagnamento e le situazioni di svantaggio (ex L. 104/92). Si registra, dunque, l'esigenza di sostanziali revisioni culturali nella valutazione del danno alla persona tanto in ambito civilistico quanto in quello previdenziale-assistenziale e penale. Nel contempo occorre porsi al passo con le continue e talvolta contraddittorie evoluzioni giurisprudenziali di cui è essenziale acquisire pertinenti capacità di lettura. I cambiamenti delle procedure dibattimentali impongono anche nuove impostazioni nella realizzazione di perizie e consulenze tecniche di ufficio, in cui è fortemente cresciuto l'apporto del contraddittorio con le parti per gli aspetti strettamente medico-legali. Perizie, consulenze tecniche di ufficio e di parte più frequentemente rappresentano, in relazione alle caratteristiche di scientificità e persuasività espresse, significato determinate nell'esito giudiziale. Peraltro anche l'ambito stragiudiziale di valutazione del danno alla persona si sta convertendo consapevolmente ed opportunamente all'esigenza che i casi trattati vengano gestiti da professionisti di elevata qualificazione. Per tali motivi il Master che si propone si aggiunge proficuamente alla specializzazione in Medicina Legale, finalizzandosi ad un particolare affinamento culturale nel settore civilistico, assicurativo pubblico e privato, previdenziale, penalistico.

Modalità didattica

Il master è strutturato su 1500 ore complessive e suo conseguimento darà diritto a 60 CFU. Le ore di didattica saranno così distribuite:

  • a) 825 ore di didattica: 265 ore di lezioni frontali; 270 ore di studio guidato; 290 ore di didattica interattiva ed esercitazioni pratiche con tutor, per un totale di 33 crediti formativi universitari;
  • b) 550 ore di tirocinio e addestramento, da realizzarsi anche presso strutture esterne (ASL, INPS, INAIL, Aule di giustizia, Azienda Ospedaliere, Comitati Etici) previo specifici accordi formali, per un totale di 22 crediti formativi universitari;
  • c) 125 ore per l'elaborazione della tesi finale, pari a 5 crediti formativi universitari.

Svolgimento attività formative e verifiche

Il livello di apprendimento dei discenti sarà valutato attraverso prove in itinere espletate al termine di ciascun modulo formativo; il superamento di ciascuna prova in itinere consente la possibilità di sostenere l'esame di valutazione finale, costituito da una prova orale e dalla discussione della tesi elaborata durate il percorso formativo.

Presenza e impegno orario

La durata del corso è di un anno accademico, con impegno orario obbligatorio non inferiore all'80% del totale