Scienze Biologiche

  • Classe di Laurea: L-13 Scienze biologiche
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Scienze MM.FF.NN.
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Biologia
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Vincenza LA FORGIA
  • Sito Web: www.dipartimentodibiologia.unina.it/corsi-di-laurea/laurea-triennale-in-scienze-biologiche/
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze MM.FF.NN.
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede di Monte S. Angelo: Via Cintia, 26 - Ed. Centri Comuni - Complesso Universitario Monte S.Angelo - Napoli
      • Telefono: 081-676744
      • Fax: 081-676710
    • Sede di Mezzocannone: Via Mezzocannone, 16 - 80134 Napoli
      • Telefono: 081-2534691
      • Fax: 081-2534688
    • e-mail: scienze.mfn.orienta@unina.it
    • Referente: prof.ssa Lucia Civetta
  • Obiettivi specifici:

    La laurea in Scienze Biologiche ha come obiettivo formativo qualificante la preparazione di laureati che abbiano adeguata ed equilibrata conoscenza di base nei diversi settori della biologia e sufficienti elementi di matematica, statistica, informatica, fisica e chimica.
    I laureati pertanto dovranno:

    • possedere conoscenze di base sufficienti nelle discipline matematico-statistiche, chimiche, fisiche, informatiche in particolar modo per quelle parti di supporto alle conoscenze biologiche;
    • possedere una conoscenza adeguata nei vari settori della biologia moderna, dei problemi biologici e la capacità di comprendere le metodologie per l'indagine biologica sia in ambiti settoriali sia a livello multidisciplinare;
    • saper applicare il metodo scientifico nell'indagine biologica in generale e più peculiarmente nei campi della fisiologia, della patologia, dell'ecologia, dell'ambiente e della sicurezza biologica;
    • essere in grado di in grado di ottenere ed analizzare con piena autonomia dati sperimentali pertinenti alle problematiche scientifiche trattate, di lavorare, in modo integrato in gruppi costituiti, di lavorare nei laboratori con la consapevolezza dei comportamenti relativi alla sicurezza;
    • aumentare i propri saperi aggiornandoli con gli opportuni strumenti conoscitivi.

    Il Corso di studio potrà essere articolato in curricula, che, nell'ambito degli obiettivi formativi comuni enunciati, tesi ad una preparazione fondata sugli aspetti metodologici e sulle conoscenze di base, consentiranno una preparazione differenziata in relazione a diversi ambiti professionali per formare laureati con specifiche competenze ed abilità operative in ambito biologico. Le applicazioni metodologiche standardizzate comprenderanno:

    • 1. procedure analitico strumentali connesse alle analisi biologiche;
    • 2. procedure tecnico analitiche in ambito biotecnologico, biomolecolare, biomedico e finalizzate ad attività di ricerca;
    • 3. procedure tecnico analitiche e di controllo in ambito ambientale e di igiene delle acque, dell'aria, del suolo e degli alimenti;
    • 4. procedure tecnico analitiche in ambito chimico fisico, biochimico, microbiologico, tossicologico, farmacologico e di genetica;
    • 5. procedure di controllo di qualità così come prescritto dal D.P.R. n° 328 del 05/06/2001 (G.U. n° 190 17/08/2001) relativamente all'istituzione della sezione B dell'albo professionale dei Biologi.

    I laureati in Scienze Biologiche debbono acquisire la preparazione di base nei diversi settori della biologia in cui sapranno effettuare analisi citologiche, chimiche e chimico-fisiche, microbiologiche, ecologiche, metaboliche, molecolari, biochimiche e genetiche.
    Il laureato in Scienze Biologiche dovrà possedere la capacità di svolgere compiti tecnico-operativi di alto livello ed attività professionali autonome e di supporto, nei limiti indicati dalla legge istitutiva dell'ordinamento della professione di biologo, che gli consentano di avere sbocchi occupazionali in diversi ambiti di applicazione. Tali ambiti includono attività produttive e tecnologiche di laboratorio in enti pubblici e privati di ricerca e servizi in cui si debbano classificare, anche con tecnologie molecolari, gestire ed utilizzare organismi viventi e loro costituenti nonché gestire il rapporto fra sviluppo e qualità dell'ambiente per la componente biotica negli studi professionali multidisciplinari impegnati nei campi della valutazione di impatto ambientale, della elaborazione di progetti per la conservazione ed il ripristino di beni culturali, dell'ambiente e della biodiversità e per la sicurezza biologica (es. igiene e profilassi alimentare), nella formazione e divulgazione scientifica.

    Il percorso didattico è organizzato per consentire l'acquisizione dei fondamenti teorici ed operativi riguardanti:

    • a) conoscenze di base nelle discipline chimiche, fisiche, informatiche, matematiche e statistiche;
    • b) biologia dei microrganismi, delle piante e degli animali (uomo compreso), del loro sviluppo, della loro interazione con l'ambiente e della loro classificazione;
    • c) principali tematiche relative alla biologia cellulare e molecolare, alla biochimica, alla fisiologia, alla genetica;
    • d) metodi sperimentali per le analisi biologiche, a livello molecolare e sistemico, con particolare riguardo alla fisiopatologia, alle analisi di matrici biologiche, merceologiche e ambientali (organismi e tessuti, secreti ed essudati, aria, acqua, suolo, alimenti, ecc), all'ambiente, nella peculiarità dell'interazione vivente-ambiente e per la sicurezza biologica;
    • e) principali tematiche di moderna biologia applicata ai sistemi microbici, animali, vegetali ed al funzionamento delle comunità naturali.

    Il percorso didattico prevede inoltre attività di laboratorio per non meno di 20 crediti tra le attività formative nei diversi settori disciplinari ed attività di tirocinio e stages, per svolgere la tesi di laurea, presso università italiane ed estere o presso laboratori pubblici o privati.

    Il laureato in Scienze Biologiche acquisirà almeno una lingua dell'Unione Europea oltre all'italiano e sarà in possesso delle conoscenze adeguate per l'utilizzazione degli strumenti informatici, necessari nello specifico ambito di competenza e per lo scambio di informazioni generali.
    Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale è superiore al 60% (66%) dell'impegno orario complessivo per le attività di didattica frontale ed al 50% per attività formative ad elevato contenuto sperimentale e pratico.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea triennale in Scienze biologiche è un corso con accesso regolamentato a programmazione locale (per l'anno accademico 2016-17 sono stati previsti 540 posti) che ha l'obiettivo di formare un biologo generalista, con acquisiti culturali, tali da soddisfare le esigenze professionali previste dalla vigente normativa (L.396/1967, DPR 328/2001). L'offerta formativa dei primi cinque semestri è comune per tutti gli studenti e prevede insegnamenti che forniscono conoscenze di base nelle varie discipline biologiche e in quelle non biologiche indispensabili per la comprensione delle prime. La ripartizione dei CFU è basata sull'idea che le discipline biologiche di base hanno pari dignità e parimenti concorrono alla formazione dei laureati. L'ultimo semestre del corso prevede un'offerta formativa differenziata che consente allo studente di approfondire l'area culturale della biodiversità ed ecologia, quella biosanitaria e quella biomarina, attraverso tre insegnamenti, di cui uno modulare, per un totale di 24 CFU.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Le conoscenze richieste per il corso di laurea in Scienze Biologiche comprendono i principi basilari delle Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, ed in particolare:

    • 1) conoscenze di base di biologia comprendenti l'organizzazione generale di una cellula Procariota ed Eucariota; la struttura e la funzione degli acidi nucleici; i concetti generali di autotrofismo ed eterotrofismo, aerobiosi ed anaerobiosi, fotosintesi; i concetti generali di classificazione di organismi animali e vegetali; i concetti generali di evoluzione delle specie;
    • 2) conoscenze di base di matematica, comprendenti i fondamenti del calcolo algebrico ed aritmetico, della trigonometria, della geometria analitica, delle funzioni elementari e dei logaritmi;
    • 3) conoscenze di base di fisica classica, con riferimento ai fondamenti della meccanica, dell'ottica e dell'elettromagnetismo;
    • 4) conoscenze di base di chimica, con riferimento ai fondamenti della struttura e proprietà della materia e dei suoi stati di aggregazione, ed alle proprietà periodiche degli elementi;
    • 5) conoscenze basilari ed utilizzo dei principali programmi informatici di larga diffusione;
    • 6) conoscenze elementari della lingua inglese relativamente ai principi della traduzione e comprensione di testi scritti semplici.

    Inoltre sono richieste le seguenti capacità:

    • capacità di interpretare il significato di un testo e di sintetizzarlo o di rielaborarlo in forma scritta ed orale;
    • capacità di risolvere un problema attraverso la corretta individuazione dei dati ed il loro utilizzo nella forma più efficace;
    • capacità di utilizzare le strutture logiche elementari (ad esempio, il significato di implicazione, equivalenza, negazione di unafrase, ecc.) in un discorso scritto e orale;
    • capacità di valutare criticamente un dato o un'osservazione e di utilizzarli opportunamente nel loro contesto (es. saper cogliere una evidente incongruenza in una misura scientifica.

    Gli immatricolandi dovranno sostenere una prova di valutazione selettiva per l'accesso al corso le modalità di svolgimento della prova e le modalità previste per colmare eventuali lacune sono specificate nel Manifesto degli studi.

  • Orientamento in ingresso:

    L'attività di orientamento del Corso di Studio - articolata secondo tre azioni principali: orientamento in ingresso, orientamento in itinere ed accompagnamento al lavoro (placement) - è condotta in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base.
    L'attività di orientamento in ingresso si rivolge agli studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado del bacino di riferimento primario dal Corso di Studio. Essa punta a fornire informazioni sul quadro dell'offerta formativa delle diverse aree culturali attraverso la presentazione dei profili culturali e degli sbocchi professionali associati ai diversi corsi di Studio, l'organizzazione didattica, i requisiti culturali ed attitudinali (contenuti del test di ingresso, modalità di estinzione degli eventuali obblighi formativi aggiuntivi, OFA). L'attività di orientamento si sviluppa attraverso tre modalità complementari:

    • a) incontri con la platea studentesca attraverso la partecipazione ad iniziative di orientamento coordinate a livello di Scuola o di Ateneo, quali "UNISTEM Day del 13 Marzo giornata divulgativa sul tema delle cellule staminali, organizzata da docenti dei dipartimenti di Biologia e di Farmacia, con la partecipazione di 700 studenti di scuole superiori campane.
    • b) incontri con classi o gruppi selezionati sia presso le strutture della Scuola che presso gli Istituti scolastici, a seguito di interazioni puntuali con le dirigenze scolastiche,
    • c) divulgazione e disseminazione delle informazioni attraverso specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base.
    • d) dal 2016 le discipline biologiche fanno parte del PLS (piano lauree scientifiche) che ha lo scopo di avvicinare, sin dagli ultimi anni delle scuole secondarie di secondo grado, i ragazzi alle discipline scientifiche affinchè facciano una scelta universitaria consapevole.

    Le attività di orientamento in ingresso sono state strutturate attraverso una organizzazione molto razionale ed efficiente basata su:

    • costituzione di un "panel" di docenti orientatori designati dai Dipartimenti afferenti alla Scuola che hanno operato in stretta cooperazione tra di loro e con la Scuola per la predisposizione di materiale informativo e per l'organizzazione complessiva delle iniziative di orientamento;
    • definizione di un calendario strutturato di seminari informativi dell'offerta didattica, articolata per gruppi disciplinari (Architettura, Ingegneria, Scienze MFN), sulla base di intese stabilite in forma coordinata con istituti scolastici superiori della Regione Campania;
    • organizzazione di una manifestazione "Porte Aperte" della durata di una settimana nel mese di febbraio 2016, finalizzata alla presentazione dell'offerta formativa ed alla accoglienza a studenti delle scuole superiori per visite guidate e seminari interattivi nei laboratori dipartimentali.
    • partecipazione a manifestazioni di divulgazione scientifica (Futuro Remoto, cicli seminariali) con la finalità di promuovere la conoscenza e stimolare l'interesse nei settori di pertinenza della Scuola e dei suoi Dipartimenti.

    Le attività di orientamento sono state associate ad opportune azioni di "feedback" per il monitoraggio dell'efficacia delle azioni intraprese e l'individuazione di azioni correttive.

    Il Corso di Studio ha inoltre contribuito in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo della iniziativa "Federico II nella Scuola" promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania con la finalità di rafforzare e rendere sistematiche le interazioni tra i Corsi di studio dell'Ateneo e gli Istituti Scolastici Superiori. In questo ambito sono state promosse alcune giornate di studio sui temi dell'orientamento agli studi universitari con la partecipazione di Dirigenti Scolastici e Referenti all'Orientamento di numerosi Istituti Scolastici Superiori della Regione. Inoltre sono stati attivati gruppi di coordinamento bilaterali Università-Scuola per intraprendere azioni rivolte ad un più efficace orientamento ed avviamento agli studi universitari.

  • Prova finale:

    La prova finale, alla quale sono dedicati 8 crediti, prevede una frequenza per 160 ore in un laboratorio di ricerca universitario o extrauniversitario oppure in una struttura operativa privata dove si applicano competenze biologiche, come regolamentate dalla legge, durante le quali lo studente è addestrato all'utilizzazione di strumentazione analitica tipica ovvero all'apprendimento di metodologie atte a risolvere un problema biologico, alla comprensione ed alla discussione critica dei risultati.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Laboratori didattici: Mezzocannone 8 e 16 e Orto Botanico;
    • Biblioteca didattica: Mezzocannone 16;
    • Aule studio: Mezzocannone 8 - 16 e Aule multimediali: Mezzocannone 8 – 16;
    • Segreteria on line (segrepass);
    • Pagamento tasse on line(campus web pay);
    • Immatricolazioni on line (segrepass).
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly