Relazioni internazionali e Analisi di Scenario

  • Classe di Laurea: LM-52 Relazioni internazionali
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Scienze Politiche
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Politiche
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof. Salvatore STROZZA
  • Sito Web: www.scienzepolitiche.unina.it/?p=490
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze Politiche
  • Sportello di Orientamento:
  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di Laurea magistrale in Relazioni Internazionali ed Analisi di Scenario (articolato al suo interno nei percorsi di Studi Internazionalistici e di Studi Geopolitici ed Economici) intende formare figure professionali, tradizionali e nuove, ad alta qualificazione, capaci di operare in contesti di cooperazione internazionale, in uno scenario sempre più orientato verso l'internazionalizzazione dei rapporti tra gli attori statuali e non statuali, le agenzie ed i movimenti. Forma specialisti in grado di analizzare approfonditamente e criticamente i sistemi politico-istituzionali, le relazioni che intercorrono tra essi, le aree e le ragioni delle tensioni e dei conflitti, le modalità delle risoluzioni di tali conflitti, il ruolo delle organizzazioni e delle istituzioni internazionali – ivi compresa l'UE – nei processi di mutamento sociale ed economico, l'evoluzione giuridico-normativa a livello internazionale e, soprattutto, le linee di tendenza dei processi di globalizzazione sul piano politico-istituzionale, economico, culturale e ambientale. Il corso offre conoscenze e competenze giuridiche, economiche e politico-sociali avanzate, nonché gli strumenti metodologici necessari per confrontarsi con le complesse problematiche della realtà internazionale (politica internazionale, pace e sicurezza, diritti umani, regionalismo, mondializzazione del commercio ed approfondimento dei processi di sviluppo economico, tutela ambientale, giurisdizioni internazionali). Inoltre, nel Corso di Laurea Magistrale adeguato spazio è riservato agli studi di geopolitica e geo-strategia e alle analisi di scenario internazionale. Obiettivo formativo prioritariamente perseguito è quello di fornire una solida formazione di livello avanzato, anche sul piano metodologico, estendendo e/o rafforzando le conoscenze soprattutto per quel che riguarda l'approccio internazionalistico delle discipline storico-politiche, economiche, giuridiche e sociologiche, anche attraverso l'utilizzo di metodologie didattiche (lavoro seminariale, approfondimento testi complessi o case studies particolarmente significativi) che permettano agli studenti di sviluppare e applicare un proprio, originale, percorso di riflessione e di ricerca. L'approccio interdisciplinare - grazie anche alla presenza di corsi che affrontano da diverse prospettive, comprese quelle di race, etnia e genere, le dinamiche politico-culturali presenti nei diversi contesti regionali e internazionali - e l'approfondimento di più aree geo-politiche contribuiscono, inoltre, ad ampliare ulteriormente competenze e conoscenze e permettono di sviluppare capacità di comprensione e abilità analitiche utili a risolvere problemi che sorgono nei contesti lavorativi in cui i laureati magistrali si troveranno ad operare in qualità di funzionari e analisti politici (dalla carriera diplomatica alle organizzazioni internazionali, dalle organizzazioni non governative agli uffici internazionali, alle direzioni strategiche e uffici studi delle grandi imprese private che operano in ambito internazionale, agli uffici internazionali delle strutture pubbliche sia a livello locale che nazionale). Ulteriore obiettivo del corso è, inoltre, quello di formare funzionari e analisti di scenario che siano in grado di coniugare la dimensione locale a quella regionale e globale, come pure la dimensione transnazionale delle istituzioni e dei processi economici, giuridici, sociali e culturali, nella consapevolezza che il nesso locale-globale sia centrale per analizzare in maniera complessa, all'interno di una contestualizzazione di lungo periodo, le problematiche proprie dello spazio internazionale contemporaneo. La conoscenza avanzata e approfondita di tematiche storico-politiche, giuridiche, economiche e sociologiche permettono poi al laureato magistrale di avere un profilo allo stesso tempo professionale e flessibile, così come viene richiesto dalle parti sociali che sono state consultate, che lo rende in grado di saper organizzare e gestire progetti, di applicare le proprie conoscenze e competenze per l'analisi e la risoluzione di problemi nuovi, come pure di sviluppare quelle capacità, che a partire dalle conoscenze e competenze acquisite, siano in grado di essere messe a frutto nei contesti di negoziazione e mediazione dei conflitti. A tal fine, l'utilizzo di metodi didattici che valorizzano, attraverso la discussione seminariale, la capacità di sintetizzare in forma sia scritta sia orale testi complessi o centrati su casi specifici, e infine la stesura di una tesi di laurea o di una relazione su un periodo di tirocinio svolto, permette al laureato magistrale di ampliare le sue capacità comunicative ed espositive attraverso la padronanza di due lingue europee, oltre a quella italiana.

  • Il corso di studio in breve:

    In uno scenario sempre più orientato verso l'internazionalizzazione dei rapporti tra Stati e tra enti pubblici e privati, il Corso di Studi (CdS) magistrale in Relazioni Internazionali ed Analisi di scenario intende formare figure professionali, tradizionali e nuove, ad alta qualificazione, capaci di operare in contesti di cooperazione internazionale. Il corso offre conoscenze giuridiche, economico e sociali avanzate, nonchè gli strumenti metodologici necessari per confrontarsi con le problematiche della realtà internazionale (politica internazionale, pace e sicurezza, diritti umani, regionalismo, mondializzazione del commercio ed approfondimento dei processi di sviluppo economico, tutela ambientale, giurisdizioni internazionali) nell'era della globalizzazione. Il corso è articolato in due anni e prevede anche attività formative sul campo e una prova finale. I contenuti del CdS in Relazioni Internazionali ed Analisi di scenario favoriscono prospettive occupazionali in ambasciate, in organizzazioni internazionali governative e non governative, in imprese multinazionali o presenti in paesi esteri, in studi di consulenza legale internazionali. STRUTTURA DEL CORSO Il corso di laurea magistrale fornisce una solida formazione di base e conoscenze di livello avanzato, sia metodologiche sia culturali e professionali, di tipo giuridico, economico, politologico, sociale, storico e geopolitico idonee ad analizzare e gestire le problematiche dei sistemi politici, economici e sociali in campo internazionale. Inoltre, è prevista l'acquisizione di conoscenze interdisciplinari atte a programmare e realizzare strategie operative di elevata complessità.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    L'accesso al Corso di Laurea magistrale è consentito a coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio appartenenti alle seguenti classi: L-16, L-36 – L-37 (o classi 15, 19, 35) conseguite presso qualsiasi Corso di laurea di qualsivoglia Ateneo. Sarà consentito l'accesso, altresì, a coloro che siano in possesso di titoli di studio rilasciati da Facoltà afferenti al Polo delle Scienze Umane e Sociali o presso Facoltà italiane a carattere umanistico, ferma restando che l'ammissione al Corso di laurea Magistrale in Relazioni Internazionali ad una valutazione preliminare del curriculum di studi dello studente. A tal fine, costituisce requisito di ingresso l'acquisizione di almeno 60 CFU di insegnamenti nei seguenti settori scientifici disciplinari: a) IUS/01 – IUS/04 – IUS/07 - IUS/09 – IUS/13 – IUS/14 - IUS/21; b) SECS-P/01 – SECS-P/02; c) SECS-S/01; d) SPS/03 – SPS/04 – SPS/07; e) M-STO/02 – M-STO/04 – M-GGR/02. La verifica della personale preparazione sarà prevista con modalità definite nel Regolamento didattico del Corso di studio.

  • Orientamento in ingresso:

    Il Corso di Studio è sostenuto da una serie di strutture ed azioni volte ad implementare, qualitativamente e quantitativamente, la domanda di iscrizioni. Oltre ai supporti informativi e logistici forniti dall'Ateneo, il Dipartimento di Scienze Politiche, a cui il CdS fa capo, è dotato di uno Sportello Orientamento aperto quotidianamente, che svolge le funzioni di orientamento in ingresso, itinere ed uscita attraverso il supporto di risorse informative, database centrali e di Dipartimento, connessione con i principali progetti di Ateneo nel settore dell'orientamento (Almalaurea, Fixo, Joblaureati, Sportello Tirocini, etc.). Inoltre, lo Sportello Orientamento del Dipartimento ha costruito un ormai ultradecennale database delle scuole provinciali, aggiornato annualmente, che costituisce la base della programmazione delle visite di Orientamento presso le scuole che ogni primavera i docenti e ricercatori di Dipartimento assicurano. Per ciascun Istituto, in relazione alle sue specifiche caratteristiche formative prevalenti, è stata individuata una coppia di docenti che si recherà in loco per presentare nella maniera più attrattiva possibile, il CdS utilizzando materiale all'uopo predisposto, in formato cartaceo e digitale. Dall'anno accademico 2011/2012 la Facoltà (ora Dipartimento), aderisce al Test unico nazionale dei Corsi di laurea in Scienze Politiche, non obbligatorio e per fini di mero auto-orientamento. Infine, dal 12 al 16 marzo 2018 è stata riorganizzata presso le strutture del Dipartimento di Scienze Politiche la seconda edizione di OrientiAmo a cui hanno partecipato 600 studenti di oltre 20 scuole secondarie di secondo grado (si veda l'allegato). L'iniziativa è diretta a presentare l'offerta didattica del Dipartimento, mostrando tra l'altro le diverse strutture disponibili (aule, sale studio, laboratori, ecc.), l'organizzazione didattica e le possibili opportunità occupazionali relativamente ai diversi CdS. L'insieme di tali attività consente di fornire indicazioni non solo sui CdS triennali del Dipartimento ma anche sui CdS magistrali collegati, tra i quali anche quello in Relazioni Internazionali ed Analisi di Scenario. Lo Sportello Orientamento svolge inoltre una quotidiana attività di informazione e orientamento anche mirata in modo specifico ai potenziali studenti delle lauree magistrali.

  • Prova finale:

    L'esame finale di laurea consiste nella discussione orale di una relazione scritta con carattere di originalità in lingua italiana o straniera, svolta sotto la guida di un relatore e di un correlatore indicati tra i docenti della Facoltà. La discussione orale è svolta dinanzi ad un'apposita Commissione di Laurea come previsto dalle disposizioni di Ateneo.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Facoltà di Scienze Politiche "G. Cuomo": via Rodinò, 22 Napoli; sito web: biblioteca.scienzepolitiche.unina.it
    • Biblioteche di Dipartimento: Scienze dello Stato Scienze internazionalistiche e studi sul sistema politico ed istituzionale europeo, (Sezione Finanza pubblica e Sezione Storia del diritto)
    • Teoria economica ed applicazioni.