Viticoltura ed enologia

  • Classe di Laurea: L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Agraria
  • Scuola: Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
  • Dipartimento: Dipartimento di Agraria
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Angelina GAMBUTI
  • Sito Web: www.agraria.unina.it/didattica/corsi-di-laurea/lauree-triennali/viticoltura-ed-enologia
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Agraria
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Università 100 - 80055 - Portici - Napoli
    • Telefono: 081 2539145
    • e-mail: agraria.orienta@unina.it
    • Referente: sig. Patrizio Di Lorenzo
  • Obiettivi specifici:

    La finalità del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia è quella di preparare tecnici con competenze specifiche nel settore, abilitati alla professione di Enologo in Italia e in Europa, in accordo con la legge 10 aprile 1991, n. 129. Secondo una moderna concezione del processo produttivo del settore vitivinicolo, l'enologo deve possedere le competenze necessarie per affrontare tutti gli aspetti principali della filiera che va dall'impianto del vigneto fino alla commercializzazione del vino. A tal fine i laureati in Viticoltura ed Enologia devono raggiungere i seguenti obiettivi formativi: a) conoscenza di base nei settori delle discipline matematiche, fisiche, chimiche e biologiche; b) conoscenza delle tecniche relative alla progettazione, realizzazione e gestione dei vigneti; c) conoscenze e competenze, operative e di laboratorio, con particolare riferimento alla scelta delle metodologie di vinificazione, di conservazione ed affinamento del vino ed al controllo delle produzioni enologiche; d) conoscenza dei contesti aziendali e dei relativi aspetti economici, gestionali ed organizzativi propri del settore (gestione delle imprese, commercializzazione dei prodotti); e) capacità di gestione delle problematiche qualitative e quantitative della produzione dell'uva; f) capacità di gestione delle problematiche qualitative e quantitative della trasformazione dell'uva e della logistica distributiva del vino; g) capacità di sviluppare progetti per l'utilizzazione e valorizzazione del potenziale produttivo viticolo, anche in un'ottica di sviluppo rurale, eco-compatibilità della produzione, tutela del paesaggio; h) competenze nell'assistenza tecnica nel settore vitivinicolo; i) essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano; l) essere in possesso di adeguate conoscenze che permettono l'uso degli strumenti informatici e di comunicazione, necessari nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. Il percorso didattico prevedrà le seguenti attività formative: a) discipline per la formazione scientifica di base; b) discipline per la formazione agronomica generale applicata alla viticoltura; c) discipline inerenti alla conduzione e il controllo della trasformazione dell'uva; d) discipline inerenti alla conoscenza degli aspetti economici e normativi del settore vitivinicolo.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea (CdL) in Viticoltura ed Enologia è stato istituito formalmente il 01/12/2005 con delibera del Consiglio di Facoltà dell'Università di Napoli Federico II e, previa autorizzazione ufficiale del Consiglio Provinciale di Avellino, il 31/03/2006, si è dato l'avvio ai lavori finalizzati all'istituzione del Corso di Laurea triennale. Dall' a.a. 2006/2007 all'a.a. 2012/2013 il corso ha avuto la propria sede didattica nel Comune di Avellino, presso la sede centrale dell'Istituto Tecnico Agrario "Francesco De Sanctis" sito in via Tuoro Cappuccini, in attesa di poter disporre dei locali adibiti alla vecchia sede dell'Istituto, siti in viale Italia. La nuova sede è stata resa operativa a partire da ottobre 2012 dando inizio quindi alle attività del Corso dell'a.a. 2012/2013. Le informazioni (dislocazione, dotazione, responsabili di struttura, responsabili della gestione e assegnazione) sulle infrastrutture (aule, laboratori didattici per le esercitazioni, il Laboratorio linguistico, i Laboratori di informatica, le Biblioteche e le aule studio) e la loro fruibilità saranno riportate sul sito http://www.agraria.unina.it. Il Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia (VE) è un corso a numero programmato (40 posti), afferisce alla Classe L25, si svolge in tre anni, presso la sede distaccata di Avellino e il piano di studio prevede: 16 esami per 147 CFU. I restanti 33 CFU, di cui 15 CFU sono dedicati ad esami a scelta dello studente, sono ripartiti tra idoneità di lingua straniera, informatica, tirocinio e la prova finale.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Requisiti e conoscenze richieste per l'accesso Possono essere ammessi al corso di laurea in Viticoltura ed Enologia i candidati in possesso del diploma di scuola media superiore o di titolo estero equipollente ai sensi del D.M. 22 ottobre 2004 n. 270, nonché di un'adeguata preparazione iniziale costituita, oltre che da capacità logiche e di comprensione verbale, da conoscenze di base di Discipline scientifiche (per es.: matematica, fisica, chimica, biologia). Il Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia è ad accesso programmato secondo le disposizioni previste dalla Legge 2 Agosto 1999, n. 264. Il numero dei posti disponibili è fissato ogni a.a. dal bando di concorso. L'accesso al corso è regolamentato da una verifica obbligatoria, volta ad accertare la preparazione iniziale degli studenti, in termini di requisiti minimi di conoscenze di discipline scientifiche di base con un grado di approfondimento pari a quello derivante dalla preparazione della Scuola Media Superiore, e di comprensione di logica elementare. La modalità di svolgimento della verifica obbligatoria è fissata ogni a.a. dal bando di concorso. Nel caso di studenti ammessi al corso con una valutazione inferiore alla valutazione minima fissata dal bando di concorso, verranno assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

  • Orientamento in ingresso:

    A livello di Dipartimento l'Ufficio Dipartimentale per la Didattica fornisce un servizio Orientamento in ingresso (Coordinamento Prof. D. Carputo, contatto Sig. P. Di Lorenzo) così articolato: 1. organizzazione di visite da parte delle scuole richiedenti finalizzate alla descrizione dell'offerta formativa dei vari CdS, visite guidata delle strutture dipartimentali, attività seminariali. (http://www.agraria.unina.it/orientamento/orientamento-in-ingresso). La presentazione dell'offerta formativa e la visita guidata delle strutture del dipartimento viene offerta anche a singoli studenti che ne fanno richiesta. A partire da novembre 2018 fino a maggio 2019, sono state ospitate circa 40 scuole Superiori con numero di partecipanti pari a 980 alunni e 40 studenti hanno partecipato in maniera autonoma alle attività di orientamento previo appuntamento. 2. Progetto Accoglienza: prima dell'inizio delle attività didattica, alla fine di settembre, è organizzata una giornata in cui il Direttore, il personale del Dipartimento, i rappresentanti degli studenti e delle associazioni studentesche accolgono i neo iscritti presentando l'organizzazione dei corsi e le strutture dipartimentali; nella stessa giornata i neo iscritti effettuano la visita guidata alle strutture del dipartimento e ricevono materiale illustrativo sui corsi di studio di cui al punto successivo, sull'assistenza allo studio e sui corsi di lingua straniera. Il programma dettagliato viene pubblicizzato sul sito del Dipartimento di Agraria, nella sezione Orientagraria. 3. Progettazione e pubblicazione di locandine informative sull'offerta formativa e sul programma della settimana dell'accoglienza, filmato lip-dup girato dagli studenti del Dipartimento, progettazione grafica e stampa di due miniguide, "Costruisci il tuo futuro " e "Agraria in tasca". Il corso di studio, oltre ad avere una pagina web nella quale sono reperibili le informazioni aggiornate relative alle modalità di accesso, ai calendari e ai piani didattici, fornisce attività di orientamento ai potenziali interessati attraverso l'Ufficio Dipartimentale per la didattica, il Coordinatore e i tutor del CdS. Inoltre, i progetti di Alternanza Scuola-Lavoro permettono agli studenti delle Scuole superiori, i quali vengono inseriti per un breve periodo di tempo in un contesto universitario, di autovalutare la propria preparazione e di prendere un primo contatto con la vita universitaria sia nella sua componente didattica che in quella di ricerca. In allegato le convenzioni stipulate dal Dipartimento per l'a.a. 2018-2019. 4. Aggiornamento della pagina web del Dipartimento, sezione Orientagraria, con inserimento di un documento in pdf che sintetizza il profilo formativo, le competenze acquisite e gli sbocchi occupazionali. L'attività di orientamento in ingresso per il 2018 ha visto la partecipazione ad iniziative organizzate dall'Ateneo, Centro di Ateneo per l'Orientamento, la Formazione e la Teledidattica (informazioni specifiche sono consultabili presso il link https://www.unina.it/didattica/servizi/orientamento). Tra le iniziative svolte sono da segnalare: - Open Day 2018, evento organizzato nelle strutture del Complesso di Monte Sant'Angelo e che ha visto la partecipazione di oltre 1.200 studenti della scuola secondaria di secondo grado e di molti loro docenti. Nel corso della manifestazione sono stati illustrati il percorso formativo del Corso di Laurea e i possibili sbocchi occupazionali, e sono stati organizzati laboratori didattici interattivi su alcune discipline caratterizzanti il Corso stesso. - Salone dello studente 2018, Partecipazione e invito al workshop con gli studenti. - Adesione al progetto "La prima lezione di", proposto dal Centro di Ateneo e l'associazione studentesca AESEF (Associazione Europea Studente &Friends). - Salone Internazionale dei Giovani, 1 e 2 marzo 2018, presso la Stazione Marittima di Napoli. - UNIVExpo 2018, 11 e 12 ottobre 2018. - ORIENTASUD 2018, 6 - 8 Novembre presso la Mostra d'Oltremare di Napoli. - TUTTO PIZZA EXPO 20 - 22 MAGGIO 2019. Stand istituzionale con partecipazione a seminari da parte di Docenti del Dipartimento. In tutti gli eventi il Dipartimento ha partecipato con il proprio stand istituzionale e con interventi multimediali finalizzati a presentare l'offerta formativa. Di norma sono intervenuti docenti del Dipartimento, personale dell'Ufficio dipartimentale per la didattica e studenti part-time afferenti al Dipartimento.

  • Prova finale:

    La laurea in Viticoltura ed enologia si consegue dopo il superamento di una prova finale, che consiste nella preparazione di un elaborato di approfondimento bibliografico inerente ad una materia del percorso formativo e nella sua esposizione e discussione davanti alla Commissione di laurea composta da almeno 5 docenti. L'argomento scelto per la preparazione dell'elaborato è concordato con un docente relatore e deve contenere le più recenti acquisizioni sull'argomento prescelto e mettere in luce le capacità di sintesi e di comunicazione dello studente. Il voto finale è determinato dall'attribuzione di un massimo di 11 punti da aggiungere alla media delle votazioni conseguite nei singoli esami espressa in cento decimi. I punti verranno attribuiti considerando la valutazione della prova finale, la velocità della carriera, l'acquisizione di CFU all'estero. Il superamento della prova finale attribuisce i relativi CFU e l'attribuzione del titolo stabiliti dall'ordinamento degli studi. Per ulteriori dettagli sulla prova finale si rimanda al punto "Modalità di svolgimento della prova finale" del Regolamento didattico del CdS.

  • Servizi Aggiuntivi: