Con la laurea è possibile accedere ai master di I livello.
Con la laurea magistrale è possibile accedere ai master di II livello


Beni comuni e culture ambientali

  • Livello: 1
  • Struttura responsabile: Dipartimento di Scienze Politiche
  • Coordinatore: Prof. Michele MOSCA
  • N° posti: Numero massimo: 50 - Numero minimo: 10
  • Costo: € 800,00
  • Crediti formativi: 60
  • Requisiti per l'ammissione: vedi regolamento
  • In collaborazione con:
    • MEDUC (Movimento Europeo Difesa Utenti Cittadini Consumatori Contribuenti Clienti)
    • Comitato don Peppe Diana
  • Anno d'istituzione: 2022/23
  • Note:

    A.A. 2022/23

Obiettivi formativi

Il Master universitario di I livello in Beni Comuni e Culture Ambientali si prefigge di fornire ai partecipanti una visione sistemica delle tematiche riguardanti i beni comuni e le culture ambientali unitamente a strumenti operativi che siano spendibili in ambito lavorativo, sia pubblico che privato. Il Master ha l'obiettivo di trasferire competenze qualificate e abilità professionali adeguate al nuovo contesto istituzionale, economico e sociale, diffondendo conoscenze ed esperienze riguardanti la gestione, l'amministrazione, la cura dei beni comuni e promuovendo il tema delle culture ambientali. Saper valorizzare asset strategici come i beni comuni, materiali e immateriali, può contribuire a riprogrammare il territorio valorizzando le risorse locali seguendo un approccio integrato e sostenibile e a far fronte, con soluzioni culturali condivise e partecipate, ai problemi affrontati dalle politiche nazionali ed europee.
Gli obiettivi formativi prioritari sono volti a: Individuare le priorità per uno sviluppo sano e inclusivo nei territori a partire dalla valorizzazione dei beni comuni locali; Individuare i contenitori e i luoghi per la coprogettazione fra tutti i portatori di interesse; Individuare le migliori forme di animazione e comunicazione territoriale; Programmare e realizzare interventi di policy per i beni comuni e le culture ambientali.

Modalità didattica

Per informazioni dettagliate si consiglia la lettura del regolamento

Svolgimento attività formative e verifiche

Per le prove periodiche: Test di verifica
Per la prova finale: Relazione finale scritta

Presenza e impegno orario

Percentuale frequenza obbligatoria: 80%