Con la laurea è possibile accedere ai master di I livello.
Con la laurea magistrale è possibile accedere ai master di II livello

AVVISO DI SOSPENSIONE ATTIVITÀ RELATIVE AI CORSI DI MASTER ED AI CORSI DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA NON MEDICA


Ingegneria sanitaria ed ambientale: ciclo integrato dei rifiuti e bonifica dei siti contaminati

  • Livello: 2
  • Struttura responsabile: Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale
  • Coordinatore: Prof. Ing. Giuseppe D'Antonio
  • N° posti: Max 32 - Min 10
  • Costo: Euro 2.000,00
  • Durata: 1 anno accademico
  • Crediti formativi: 60
  • Requisiti per l'ammissione: vedi regolamento
  • Sede del corso:
    • Aula Luigi Mendia, Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica e Ambientale, Via Claudio 21.
    • Laboratorio di Ingegneria Sanitaria Ambientale, Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica e Ambientale, Via Claudio 21.
    • Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica e Ambientale, Via Claudio 21, Edifico C8.
  • Anno d'istituzione: 2007/2008

Obiettivi formativi

Il Master persegue l'obiettivo di formare esperti che posseggano le specifiche competenze che una corretta gestione dei rifiuti e dell'ambiente richiede. A tal fine la loro formazione comprenderà discipline di diversi settori, da quello giuridico, a quello medico-sanitario, a quello più propriamente tecnico dell'ingegneria civile e ambientale e dell'ingegneria industriale. Un approccio multidisciplinare, così organizzato, offrirà al professionista strumenti che da un lato gli permetteranno di comprendere appieno i problemi e dall'altro lo guideranno opportunamente nelle scelte decisionali. Il Master consentirà quindi di formare professionisti in grado di ricoprire ruoli di responsabilità in strutture pubbliche e private che si occupano del trattamento dei rifiuti e della bonifica dei siti contaminati, e capaci di svolgere compiti di programmazione, progettazione e gestione integrata dei rifiuti nonché attività di ricerca scientifica e tecnologica per la realizzazione di sistemi o processi di trattamento innovativi.

Svolgimento attività formative e verifiche

Prova scritta o orale. Le norme relative agli esami di profitto sono quelle contenute nel Regolamento Didattico di Ateneo (RDA) e nei Regolamenti Didattici di Facoltà. I crediti relativi alla conoscenza della lingua inglese sono acquisiti attraverso una prova specifica, ovvero attraverso certificazioni rilasciate da strutture competenti, riconosciute dall'Università. Il titolo di studio è conferito a seguito di prova finale, consistente nella discussione, da parte del candidato, di una relazione scritta sui risultati conseguiti nell'attività assegnatagli da un'apposita Commissione costituita da 3 membri nominati dal Consiglio Scientifico del Master. Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito tutti i CFU previsti nel Corso di Master, meno quelli previsti per la prova stessa.

Presenza e impegno orario

Il Corso di Master ha la durata di un anno accademico, e prevede 1500 ore di attività, di cui 472 di didattica frontale, 1028 di studio individuale di cui 200 dedicate allo sviluppo della tesi finale. La frequenza è prevista in massimo tre giorni a settimana, e dovrà essere non inferiore all'80% del numero complessivo di ore di insegnamento impartite, tra lezioni frontali, esercitazioni e laboratorio.