Con la laurea è possibile accedere ai master di I livello.
Con la laurea magistrale è possibile accedere ai master di II livello

AVVISO DI SOSPENSIONE ATTIVITÀ RELATIVE AI CORSI DI MASTER ED AI CORSI DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA NON MEDICA


Approccio multidisciplinare integrato alla prevenzione e al trattamento del piede diabetico

  • Livello: 1
  • Struttura responsabile: Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia
  • Coordinatore: Prof.ssa Angela A. RIVELLESE (nomina con DR/2019/4338 del 06/11/2019)
  • N° posti: Numero massimo: 30 - Numero minimo: 5
  • Costo: € 1.500,00 (2 rate)
  • Durata: Anni: 1 / Ore: 1500
  • Crediti formativi: 60
  • Requisiti per l'ammissione: vedi regolamento
  • Sede del corso:

    Dipartimento di Medicina clinica e Chirurgia

  • Anno d'istituzione: 2018/19
  • Note:

    A.A. 201819

Obiettivi formativi

Il Master si propone di rispondere alla carenza istituzionale di formazione di personale sanitario in possesso di
Laurea Magistrale o Specialistica che sia qualificato e specializzato nel trattamento del piede diabetico, cooperando, in tal modo, al raggiungimento degli obiettivi prioritari della Dichiarazione di St. Vincent del 1989. Questo dIl Master si propone di rispondere alla carenza istituzionale di formazione di personale sanitario in possesso di Laurea Magistrale o Specialistica che sia qualificato e specializzato nel trattamento del piede diabetico, cooperando, in tal modo, al raggiungimento degli obiettivi prioritari della Dichiarazione di St. Vincent del 1989. Questo documento, prodotto alla conclusione di una Consensus Conference sotto l'egida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della Federazione Internazionale del Diabete, ha individuato tra i principali obiettivi: - il miglioramento della qualità e quantità di vita dei soggetti affetti da diabete attraverso l'ottimizzazione delle risorse disponibili e la promozione di modelli assistenziali nuovi e più efficienti; - la necessità di ridurre del 50% l'incidenza delle amputazioni maggiori nei pazienti diabetici; - la formazione di figure professionali che possano inserirsi, sul territorio e nell'ambito delle strutture assistenziali preposte, con competenze specifiche finalizzate alla prevenzione e cura delle complicanze del piede diabetico. Per raggiungere tali obiettivi è necessario che si abbia: • Una approfondita preparazione scientifica e culturale nel campo della prevenzione, diagnosi e cura del piede diabetico. • Una elevata conoscenza della disabilità e dell'impatto socio-economico della malattia, dei meccanismi patogenetici, degli aspetti clinici e dell'inquadramento diagnostico e delle soluzioni terapeutiche. .Una conoscenza e modalità di esecuzione delle indagini strumentali di supporto alla diagnosi. .Una competenza adeguata per la completa autonomia nella gestione dei pazienti e per la partecipazione e progettazione a protocolli di ricerca su pazienti affetti da piede diabetico complicato.ocumento, prodotto alla conclusione di una Consensus Conference sotto l'egida dell'Organizzazione
Mondiale della Sanità e della Federazione Internazionale del Diabete, ha individuato tra i principali obiettivi:
- il miglioramento della qualità e quantità di vita dei soggetti affetti da diabete attraverso l'ottimizzazione delle
risorse disponibili e la promozione di modelli assistenziali nuovi e più efficienti;
- la necessità di ridurre del 50% l'incidenza delle amputazioni maggiori nei pazienti diabetici;
- la formazione di figure professionali che possano inserirsi, sul territorio e nell'ambito delle strutture
assistenziali preposte, con competenze specifiche finalizzate alla prevenzione e cura delle complicanze del
piede diabetico. Per raggiungere tali obiettivi è necessario che si abbia:
• Una approfondita preparazione scientifica e culturale nel campo della prevenzione, diagnosi e cura del piede
diabetico.
• Una elevata conoscenza della disabilità e dell'impatto socio-economico della malattia, dei meccanismi
patogenetici, degli aspetti clinici e dell'inquadramento diagnostico e delle soluzioni terapeutiche.
.Una conoscenza e modalità di esecuzione delle indagini strumentali di supporto alla diagnosi.
.Una competenza adeguata per la completa autonomia nella gestione dei pazienti e per la partecipazione e
progettazione a protocolli di ricerca su pazienti affetti da piede diabetico complicato.

Modalità didattica

Per informazioni dettagliate si consiglia la lettura del regolamento

Svolgimento attività formative e verifiche

Per informazioni dettagliate si consiglia la lettura del regolamento

Presenza e impegno orario

La frequenza è obbligatoria, per un monte ore non inferiore all'80% del monte ore totale.