Gestione Igienico-Sanitaria degli Apiari a salvaguardia dell'Ambiente e della Biodiversità

  • Struttura responsabile: Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali
  • N° posti: 20 (minimo 15)
  • Costo: Euro 800,00
  • Durata: 7 mesi
  • Requisiti per l'ammissione: vedi art. 3 del Regolamento
  • Sede del corso:

    Le lezioni si svolgeranno presso le Aule ed i Laboratori del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali.

  • Anno d'istituzione: 2017/2018
  • Note:

    Bando per l'A.A. 2017/18: scadenza domande di ammissione: 25/02/2018

Obiettivi formativi

Il Corso si prefigge di realizzare un programma di formazione superiore volto ad ampliare le conoscenze teoriche e a fornire delle esperienze professionalizzanti e pratiche necessarie per assistere e controllare dal punto di vista tecnico, igienico-sanitario e normativo il settore dell'apicoltura. Il Corso inoltre si prefigge di fornire conoscenze relative all' utilizzo dell'ape come sentinella per il monitoraggio dell'inquinamento ambientale.
Il corso rappresenta quindi un'ottima opportunità di aggiornamento per i medici veterinari, sia del settore pubblico/ privato o che siano liberi professionisti, in riferimento all'attuale legislazione che impone la realizzazione dell'anagrafe apistica e il controllo igienico-sanitario delle api sul territorio e che individua il veterinario come figura centrale per tale ruolo.
Il corso è altresì rivolto ai laureati in altre discipline interessati all'implementazione della propria opera ognuno per le proprie competenze allo scopo di ottimizzare la gestione degli apiari non solo a salvaguardia dell'ambiente e della biodiversità ma anche come fonte di lavoro futuro.

Modalità didattica

Contenuti del corso:

  • Conoscere la Biodiversità per valorizzare l'agricoltura.
  • Agricoltura e apicoltura.
  • Imenotteri aculeati. Sistematica delle api.
  • Morfologia, anatomia, fisiologia e istologia dell'ape
  • Biologia e organizzazione sociale dell'ape
  • Installazione e organizzazione di un apiario
  • Tecniche di conduzione apistica nelle diverse stagioni
  • Sciamatura naturale ed artificiale. Nomadismo
  • Allevamento e selezione delle api regine
  • Flora di interesse apistico
  • Il miele e gli altri prodotti apistici
  • L'ape bioindicatore dell'inquinamento ambientale
  • Patologie delle api - Lotta alla varroa
  • Utilizzo dei farmaci in apicoltura
  • Il Servizio veterinario per l'apicoltura
  • Gli agrofarmaci e il loro impatto sugli alveari
  • Il piano nazionale residui
  • Normativa in campo apistico
  • Apicoltura in Campania: gli interventi a sostegno del settore
  • Anagrafe apistica nazionale

Svolgimento attività formative e verifiche

Al termine del corso i partecipanti sosterranno un esame finale che consisterà in un test a risposta multipla.

Presenza e impegno orario

Il corso avrà la durata di 6 mesi, inizierà il mese di Febbraio 2018 e terminerà il mese di Settembre 2018, per un complessivo di 200 ore di lezione (8 CFU) ripartite in:

  • 80 ore di didattica frontale (3,2 CFU)
  • 30 ore di esercitazioni pratiche in apiario e in laboratorio di microscopia (1,2 CFU)
  • 90 ore di studio individuale (3,6 CFU)