Lettere classiche - Codice corso N59

  • Classe di Laurea: L-10 Lettere
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Studi umanistici
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Libero
  • Coordinatore: Prof. Giancarlo ABBAMONTE
  • Sito Web: studiumanistici.dip.unina.it/2013/05/03/lettere-classiche/
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Studi Umanistici
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: 80133 Napoli - Via Porta di Massa 1, scala A, Piano Terra
    • Telefono: 081-2535523
    • Referente: Commissione
  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di Studio si propone di formare laureate e laureati in possesso di una solida formazione negli studi linguistici, filologici e letterari, con particolare riferimento alle civiltà antiche, greca e latina; allo scopo di fornire una visione il più possibile completa della civiltà greco-latina nel suo sviluppo diacronico, il Corso di Studio affianca alle discipline filologico-letterarie anche insegnamenti di storia, archeologia e filosofia antica. La peculiarità del Corso di Studio è l'insegnamento delle letterature e delle lingue antiche, greca e latina, attraverso lo studio di testi e documenti in originale. Inoltre, anche se il Corso di Studio non dà accesso diretto ai concorsi per l'insegnamento scolastico, esso è progettato affinché laureate e laureati triennali di Lettere classiche siano già in possesso della maggior parte dei requisiti per partecipare ai suddetti concorsi: in particolare, sono previsti insegnamenti che garantiscono una conoscenza della storia letteraria e linguistica italiana, della glottologia e della geografia. Accanto agli insegnamenti, il Corso di Studio assicura la conoscenza di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, e prevede un corso di informatica dedicato all'apprendimento delle Digital Humanities . Inoltre, il tirocinio permette un contatto con il mondo del lavoro già nel corso del triennio. La laurea in Lettere Classiche costituisce titolo di base per l'ammissione a ulteriori percorsi formativi (Corsi di Studio Magistrale, Corsi di perfezionamento, Master di primo livello). Percorso formativo: Per una descrizione puntuale del percorso formativo si rimanda all'Allegato B1 del Regolamento (che si allega a questo quadro). Il Corso assicura nei primi due anni lo studio delle materie di base, come i due esami di Letteratura greca, Letteratura latina, Letteratura italiana (a scelta con Letteratura italiana moderna e contemporanea), a cui si aggiungono le storie greca e romana. Allo stesso tempo, il biennio iniziale fornisce gli insegnamenti di linguistica necessari per accedere ai concorsi scolastici per l'insegnamento delle materie letterarie nelle scuole di II grado. Nel corso del secondo anno, sono anche previsti due insegnamenti obbligatori che distinguono la laurea in lettere classiche da quella in lettere moderne: filologia classica e storia della filosofia antica. Infine, nel terzo anno si ritiene che le studentesse e gli studenti abbiano ormai maturato interessi specifici nel campo degli studi classici, per cui accanto all'esame di geografia, necessario per l'insegnamento, sono offerti l'esame obbligatorio di archeologia classica e due esami all'interno di una vasta scelta, che indirizza la studentessa o lo studente verso una prima forma di approfondimento specialistico. I campi di studio e le tematiche in cui sono offerti insegnamenti sono i seguenti: 1) Approfondimento della didattica delle lingue classiche (Didattica del greco 1 e 2, Didattica del latino 1 e 2); 2) Storia delle lingue antiche (Storia della lingua greca 1 e 2, Storia della lingua latina 1 e 2); 3) Storia materiale dei testi antichi (Papirologia 1 e 2, Paleografia 1e 2); 4) Fasi medievali e umanistiche della trasmissione dei testi antichi in oriente e occidente (Filologia bizantina 1 e 2, Letteratura latina medievale e umanistica 1 e 2); 5) Ricezione delle opere greche e latine attraverso il Cristianesimo e fino all'età moderna (Letteratura cristiana antica 1 e 2, Storia della tradizione e della filologia classica 1 e 2); In alcuni ambiti disciplinari (Lingua e Letteratura latina e greca, Filologia Classica, Storia Greca), sono previsti seminari di lingua e metrica greca e latina e di traduzione e commento di testi greci e latini, che siano di supporto alla preparazione generale delle studentesse e degli studenti. Inoltre, ogni anno il Dipartimento di Studi Umanistici affida al coordinatore del Corso l'organizzazione di corsi di latino e di greco elementare per chi, senza disporre di una formazione classica, voglia accostarsi alle lingue, letterature e civiltà antiche.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Studio triennale in Lettere classiche si struttura in diciassette esami ed è dedicato alla conoscenza delle civiltà greca e latina. In particolare, nel corso del triennio saranno acquisite competenze di natura linguistica, filologica e storico-letteraria, che hanno alla loro base la produzione dei testi greci e latini dell'Antichità. Il Corso prevede lo studio delle fonti letterarie greche e latine in lingua originale e una loro lettura e interpretazione secondo metodologie di analisi proprie della critica letteraria, della storia della letteratura e della filologia testuale. Soprattutto nell'ultimo anno, si potranno avviare studi sugli aspetti materiali della trasmissione dei testi greci e latini e sulla loro sopravvivenza e ricezione in epoche successive e culture differenti. Per completare la formazione dello studente di Lettere classiche, il Corso di Studio fornirà insegnamenti di tipo storico, archeologico, artistico, geografico e filosofico. Sono inoltre previsti corsi obbligatori di informatica di base, applicata all'umanistica digitale, e lo svolgimento di un tirocinio. Nel corso del triennio, si richiede che lo studente acquisisca la conoscenza di una lingua straniera dell'Unione Europea.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per essere ammessi al Corso di Studio in Lettere Classiche occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, purché considerato equivalente. Per iscriversi al Corso è importante possedere alcune conoscenze di base: la capacità di comprensione di un testo scritto in italiano; la capacità di comprendere, sulla base della formazione scolastica, una lingua dell'U.E. oltre l'italiano; una preparazione scolastica nelle discipline storiche e letterarie di base della cultura umanistica. La conoscenza delle lingue greca e latina non è richiesta come indispensabile all'accesso, ma è consigliabile: per coloro che non hanno mai studiato le lingue greca e latina sono organizzati corsi di livelli progressivi a partire dal livello zero (= nessuna conoscenza di greco e latino). All'inizio del primo anno, sarà effettuata una prova d'accesso obbligatoria per accertare il possesso delle conoscenze richieste. L'esito della prova non è vincolante ai fini dell'iscrizione. Le procedure di svolgimento della prova e le modalità per accertare e recuperare eventuali Obblighi Formativi Aggiuntivi nel primo anno di corso sono specificate nel Quadro "Modalità di ammissione" (A3.b).

  • Orientamento in ingresso:

    L'Ateneo offre un Servizio di Orientamento, "OrientaUnina" (Sito Web: http://www.orientamento.unina.it), che svolge attività di orientamento in ingresso, rivolta a studenti delle Scuole Medie Superiore e in itinere (per tutti gli studenti su richiesta). Il Centro Servizi per l'Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti (SINAPSI), offre assistenza agli studenti diversamente abili o con Disturbo Specifico dell'Apprendimento. Il sito del SINAPSI è visitabile alla pagina: http://www.sinapsi.unina.it/home_sinapsi Da qualche anno, il Dipartimento di Studi Umanistici ha istituito una Commissione Orientamento che promuove incontri in numerose scuole della regione, per informare gli studenti sui vari Corsi di Studio e sugli eventuali sbocchi professionali. La Commissione Orientamento organizza ogni anno un OpenDay, in cui il Dipartimento di Studi Umanistici apre alle scuole secondarie le porte del Convento di San Pietro Martire. In quest'occasione, i coordinatori e i docenti illustrano l'offerta formativa, la struttura, le attività, le prospettive future dei singoli Corsi di Studio. Il Corso di Studio in Lettere classiche prevede un referente all'orientamento, che organizza ulteriori attività di promozione, tra cui la partecipazione annuale del Corso al Salone dello Studente. Infine, nei mesi di gennaio e febbraio di ogni anno, il coordinatore e alcuni docenti del Corso di Studio pianificano una serie di appuntamenti presso i Licei classici della regione Campania, dove presentano l'Offerta formativa del Corso di Lettere classiche a gruppi di studenti interessati.

  • Prova finale:

    Per il conseguimento della Laurea triennale la studentessa/lo studente deve sostenere una prova finale. Essa consiste nella discussione pubblica dinanzi ad un'apposita commissione, composta da almeno cinque membri scelti tra professori e ricercatori, di un elaborato scritto, in cui la studentessa/lo studente deve dare prova di conoscere in maniera completa e aggiornata, e attraverso una lettura critica e ragionata, la bibliografia scientifica su un tema, che è concordato con almeno uno dei docenti del Corso. Alla prova finale sono attribuiti 5 CFU. Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dal regolamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale (175 CFU). La Commissione giudicatrice della prova finale è nominata dal Rettore o, su sua delega, dal Direttore del Dipartimento o dal Presidente della Scuola, quando previsto dal Regolamento della stessa; essa è composta da almeno 5 membri scelti tra i professori di ruolo e i ricercatori, di cui almeno 4 professori di ruolo (art. 24, comma 4 del Regolamento Didattico di Ateneo). La commissione giudicatrice esprime la votazione in centodecimi; il voto minimo per il superamento della prova è sessantasei centodecimi (66/110): nell'assegnare il voto finale la commissione tiene conto sia della carriera della studentessa o dello studente sia del lavoro svolto per redigere l'elaborato finale e della capacità di presentarlo alla commissione. Per l'assegnazione della lode, se il candidato consegue in sede di prova finale il massimo dei voti, è necessaria l'unanimità della commissione giudicatrice.