Con la laurea è possibile accedere ai master di I livello.
Con la laurea magistrale è possibile accedere ai master di II livello


Corso di Alta formazione in Emofilia e nella Trombosi

  • Livello: 2
  • Struttura responsabile: Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia
  • Coordinatore: Prof. Giovanni DI MINNO
  • N° posti: Numero massimo: 20 - Numero minimo: 5
  • Costo: € 3.000,00
  • Durata: 1 anno
  • Crediti formativi: 60
  • Requisiti per l'ammissione: vedi regolamento
  • Anno d'istituzione: 2016/17
  • Note:

    A.A 2016/17

Obiettivi formativi

Il Master si propone di fornire ai partecipanti un aggiornamento di elevato profilo culturale e professionale su fisiopatologia, biologia molecolare, diagnostica di laboratorio e strumentale, nonché terapia delle malattie aterotrombotiche, tromboemboliche ed emorragiche. In questo campo nell'ultimo decennio si è registrata una vera esplosione delle conoscenze, non solo in ambito di genetica e di biologia molecolare, ma anche diagnosticoterapeutico, grazie all'acquisizione di risultati di ampi studi internazionali, che hanno avuto e avranno nel prossimo futuro un impatto importantissimo sulla gestione clinica. Il Master si propone pertanto di fornire le informazioni cliniche e i dati scientifici più aggiornati, evidenziando come sono cambiate e sono
ancora destinate a modificarsi le strategie di diagnosi, prevenzione e terapia delle malattie emorragiche e trombotiche, alla luce delle più recenti linee guida internazionali e nazionali.

Modalità didattica

Per informazioni dettagliate si consiglia la lettura del regolamento

Svolgimento attività formative e verifiche

Per le prove periodiche: per ciascun modulo di insegnamento è prevista una verifica consistente in un esame frontale o test scritto a risposta multipla con votazione espressa in trentesimi ed eventuale menzione della lode. Nell'attività di tirocinio pratico
sarà espresso da parte di un tutor giudizio di idoneità.
Per la prova finale: l'ammissione alla prova finale richiede il superamento di tutte le prove intermedie ed il giudizio positivo di idoneità del tutor. La prova finale consiste nella redazione di una tesi in una delle discipline di insegnamento con l'assistenza di un tutor e nella discussione di tale tesi nella seduta di esame conclusiva.

Presenza e impegno orario

Percentuale frequenza obbligatoria: 80